EN
IT
Lifestyle
08 Febbraio 2019
Lidewij (Li) Edelkoort, di Roberta Sapino
Avevo "conosciuto" Lidewij (Li) Edelkoorah, anni fa, e ero stata rapita dalla sua personalità, dalle sue intuizioni, dalla sua geniale creatività.
Olandese, trend hunter, trend forecaster nei settori del design e della moda, del cibo, dell’architettura. La sua azienda ,Trend Union ,produce tendenze per strateghi di marketing e designer, che visitano con assiduità il suo forum online e seguono i suoi seminari intorno al mondo.
Multinazionali e aziende di moda e design, si affidano a lei per pianificare le loro strategie produttive e commerciali.
Ha fondato il magazine “Bloom” : una sorta di “horti- cultural-view” in cui erbe, fiori, frutta e ortaggi fanno parte di “scenari” insieme a tessuti, cibi, cosmetici, per evidenziare le assonanze tra essi e fornire una visione di quello che verrà.

La seguo da anni perché il suo lavoro “magico” mi affascina. Puntualmente le sue previsioni si avverano : negli anni dell’opulenza e dell’ostentazione lei “profetizzava” un futuro minimal, dai toni pacati e dai materiali naturali.
Anticipava il fondersi, in modo armonico, dei contrasti : decorazione mescolata al minimalismo, le cose vecchie alle nuove, l’artigianato come risposta al potere della tecnologia.

Come una sorta di oracolo la Li vede e prevede. Donna dotata di intuito eccezionale riesce a raccontare le tendenze del futuro, aiutata da un team di artisti, designer, stilisti, fotografi, con cui si confronta nei suoi spazi di lavoro assolutamente speciali e affascinanti in cui pezzi di stoffa, sassi e oggetti vari sono raccolti su tavoli immensi e diventano ispirazione pura.

La Natura è la sua grande maestra, trasmette emozioni e stimola la creatività umana .
In questi anni in cui “la rete” è diventata strumento imprescindibile per conoscere, archiviare, catalogare e ci assorbe sempre più, sarà necessario gestire meglio tutte queste informazioni senza perdere di vista la nostra dimensione umana. In questi anni di crisi e di grossi punti di domanda per tutti, sarà necessario diventare più fluidi. Per vivere meglio sarà necessario abbandonare qualsiasi tipo di certezza.
“ Per superare la crisi che prelude a tutte le trasformazioni epocali, bisogna sapere convivere con la sensazione di impermanenza, perché solo chi viaggia con un bagaglio leggero riuscirà ad andare molto lontano.”
Less is more …
Ti potrebbero interessare anche...
Design
Design
Se pensiamo a cosa può esserci di più bello che leggere riparati dall'ombra di un albero, ci viene in mente solamente una libreria che di quell'albero riprende la forma, il materiale e la sensazione di libertà. Questa libreria esiste veramente...
Design
Design
Mercoledì 7 novembre tornerò con piacere alla Fondazione Bisazza per il Design e l'Architettura Contemporanea per l'inaugurazione di un nuovo progetto espositivo. Dall’8 novembre al 21 dicembre La Fondazione accoglierà una mostra dedicata al designer israeliano Arik Levy dal titolo “Experimental Growth”, concept...
Lifestyle
Lifestyle
Abbiamo aspettato i colori e le suggestioni della sua rubrica per tutta l'estate. Ora la nostra contributor Nur è ritornata dalla sua Turchia e oggi ci trascina in un affascinante vortice di magia d'Oriente. A settembre a Vicenza sono passati i...