EN
IT
Design
28 Aprile 2017
Damien Hirts, tra finzione e realtà
Il nostro contributor Andrea oggi ci porta alla scoperta di un artista eccentrico, ma senza dubbio estremamente interessante. Leggiamo insieme!

Damien Hirts invade le sale di Palazzo Grassi e di Punta della Dogana con una serie di ritrovamenti ad hoc.
Il progetto dell'artista inglese, maestro dell'insinuare il dubbio nei suoi spettatori, colpisce ancora mescolando finzione e realtà.
Treasures from the Wreck of the Unbelievable, a cura di Elena Geuna, espone una serie di oggetti ritrovati nel 2008 al largo della costa orientale dell'Africa, rimasti sul fondare marino per oltre duemila anni.
Questo è il punto da cui l'artista inizia a costruire il suo mondo, affiancando alle opere recuperare, vengono presentati una serie di scatti dei ritrovamenti e un video a documentare e a supporto del lavoro di recupero.
Dal fondale del mare l'artista ha riportato alla luce, oltre a statue, busti ed altri elementi classici una serie di oggetti insoliti come statue raffiguranti topolino, robot, amazzoni e altri personaggi contemporanei arricchiti da molluschi e alghe a causa della presunta giacenza sul fondo dell'oceano.
Hirts mescola realtà e finzione come più gli è congeniale, alterando la realtà attraverso la costruzione di quella da lui immaginata.

Dove potete trovare Andrea:

Instagram: @untitledv_com

untitledv@hotmail.it

www.untitledv.com
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
"Un libro di insolita bellezza",scrive il the Washington Post. La piccola protagonista di questo romanzo di Aimee Bender ha un dono molto particolare: quando mangia qualcosa sente le emozioni provate da chi ha preparato la ricetta nel momento esatto in cui la...
Lifestyle
Lifestyle
La fotografia è una forma d'arte che mi ha sempre appassionato: oggi incontriamo due veri esperti in materia, Pietro e Luca Chilesotti, fotografi per passione e professione. Li ho lasciati liberi di raccontarci la loro storia a due voci in...
Lifestyle
Lifestyle
Luciana Di Virgilio è una giovane designer con una carriera bellissima ed eclettica: dopo la laurea in Industrial Design a Firenze, le sue esperienze lavorative spaziano a partire dal 2005 nel campo del product design e graphic design per industrie...