EN
IT
Design
03 Novembre 2017
Bisazza + Araki
La Fondazione Bisazza rende omaggio al celebre Nobuyoshi Araki e alla sua fotografia erotica. Ce ne parla Lorenza!

Uno dei fotografi più conosciuti e celebrati in Giappone.
Nato a Tokio nel 1940 ha al suo attivo più di 450 pubblicazioni tra cataloghi e monografie, nonché mostre in musei e gallerie internazionali.
Araki è un artista molto controverso, spesso criticato, in quanto le sue opere indagano l'eros nelle sue mille espressioni.
Lo fa in modo provocatorio e poetico al tempo stesso.
Famose sono le sue foto di bondage cioè il "kinbaku" giapponese, in cui ritrae donne giapponesi bellissime, svestite o vestite con kimono coloratissimi, legate con corde o fasce, appese al soffitto o distese sul tatami.
Ma non solo, anche fiori sensuali che interpretano emozioni ed esperienze.
Le fotografie di Araki, esplicitano il fiore come organo riproduttivo ed emblema della consumazione dell'amore.
Le visioni erotiche sono il preludio di un rendez-vous tra Oriente e Occidente.

Scorrete la galleria per un assaggio in questa mostra curata da Filippo Maggie.

Lorenza per Ddmag

Ph: http://www.bragafederico.com/category/clients/bisazza/
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Le foto sanno raccontare storie, anche quando si tratta di prodotti e di marchi. Grazie a Luca Chilesotti e a suo padre (che abbiamo avuto modo di conoscere in altri post di DDmag), ho potuto vedere “da vicino” come si...
Lifestyle
Lifestyle
DDmag diventa grande e accoglie come nuovo contributor Andrea, giovane blogger veneziano di talento. Continuate a leggere!Il primo post, soprattutto se di presentazione è il più difficile. Quando Isabella mi ha proposto far parte della famiglia di DDmag ho accettato...
Lifestyle
Lifestyle
Un viaggio in Sudafrica è sinonimo di meraviglia e questo itinerario lo testimonia. Dalla città più bella dell'Africa subsahariana, Cape Town, percorrerete on the road la famosa Garden Route. Continua a leggere il nuovo articolo della nostra contributor Maura Vedù.Strana strada, la...